Migliori gruppi elettrogeni diesel 2024: classifica e guida all’acquisto

Andare alla ricerca dei migliori gruppi elettrogeni diesel significa selezionare i generatori di corrente più adatti alle proprie esigenze e che ti permettono di ottenere ciò di cui realmente hai bisogno. Con il passare degli anni questi macchinari sono stati ampiamente migliorati e ad oggi offrono prestazioni senza eguali, con un ottimo rapporto qualità – prezzo. Vediamo come sceglierli, quali sono i più acquistati e come utilizzarli.

Bestseller No. 1
AIVOLT Inverter Generatori 6000 Watt Generatore di Emergenza Generatore Silenzioso della Benzina...
  • 【Potenza pulita per l'elettronica sensibile】 Il generatore di inverter AIVOLT genera 6000 Watt di potenza di picco e 5500 Watt di potenza operativa. Utilizzando la tecnologia inverter, può...
Bestseller No. 2
Generatore di Corrente 3000W Benzina 4 tempi con 2 prese 230V con Avviamento Automatico a Chiave e...
  • GENERATORE MONOFASE: Il generatore di corrente ha una potenza massima di 3000 watt e una potenza continua di 2800 watt. Dotato di due prese schuko da 16A e di una uscita da 12V dc A. È facilmente in...
Bestseller No. 3
MSW MSW-DG700 Generatore diesel silenzioso 5,5kW / 7HP | Generatore di emergenza con avviamento...
  • Potente: con 4.400 W e 5,2 kV di potenza e un motore a 4 tempi con 7 CV.
Bestseller No. 5
Hyundai DHY8500LEK-T Generatore Diesel FullPower, Nero, Medio
  • Generatore diesel full power (monofase e trifase) hyundai
Bestseller No. 6
DeTec. DT-6500E-1 Generatore a benzina | Generatore di corrente da 6 kW 230 V | Unità di...
  • Qualità che convince: tre prese da 230 V, voltmetro, protezione contro la mancanza di olio, indicatore del serbatoio, cavo e avviamento elettrico
Bestseller No. 7
EBERTH 5000 Watt Generatore di Corrente Diesel Portatile, Gruppo Elettrogeno con Motore Diesel 10 CV...
  • POTENTE: Il generatore di corrente EBERTH è alimentato da un motore diesel a 4 tempi a 1 cilindro, raffreddato ad aria, con protezione contro la bassa pressione dell'olio e cilindrata di 406 cc, con...

Come scegliere il miglior gruppo elettrogeno diesel

Entrando subito nel dettaglio, quali sono le caratteristiche da valutare per scegliere il miglior gruppo elettrogeno diesel? Si tratta innanzitutto di una tipologia specifica, perché ha un motore a combustione, alimentato esclusivamente a gasolio. A seguire alcuni aspetti che puoi tenere a mente per una valutazione ottimale.

Potenza

Il primo aspetto che devi considerare per scegliere il miglior gruppo elettrogeno diesel è la potenza. Gli stessi macchinari possono avere diverse potenze, a seconda delle dimensioni e dell’utilizzo previsto. Solitamente vanno da 5kW a 2000kW o più. La potenza esatta dipende dalle specifiche esigenze del cliente e dall’utilizzo previsto. 1000kW è un ottimo compromesso se hai bisogno di un generatore di medie dimensioni e che al contempo non consumi molto carburante per produrre energia.

Silenziosità

La silenziosità di un gruppo elettrogeno diesel dipende da diversi fattori, come la dimensione del motore, la qualità dei materiali utilizzati nella costruzione del silenziatore e del filtro sonoro, e la progettazione del sistema di scarico. In generale, i gruppi elettrogeni diesel più grandi tendono ad essere più rumorosi rispetto a quelli più piccoli. Tuttavia, molti produttori offrono opzioni per ridurre il rumore, come ad esempio gusci insonorizzati e sistemi di scarico progettati per ridurre al minimo i decibel. Inoltre, alcuni modelli più recenti sono progettati per essere più silenziosi grazie a tecnologie avanzate e materiali più efficienti.

Consumo ed emissioni

Altri due aspetti importanti sono i consumi e le emissioni. I prodotti presentati nella nostra classifica montano motori di nuova generazione, in grado di consumare poco diesel e di offrire al contempo prestazioni eccellenti. Per quanto riguarda le emissioni, opta su gruppi elettrogeni diesel progettati per soddisfare gli standard ambientali più rigorosi, come le norme sull’emissione della Commissione europea per i motori diesel (CE-MD). Queste norme limitano le emissioni di particolato, ossidi di azoto (NOx) e altre particelle inquinanti. Molti produttori offrono anche opzioni per ridurre ulteriormente le emissioni, come sistemi di post-trattamento delle emissioni, o l’utilizzo di carburanti a basso contenuto di zolfo.

Classifica dei migliori gruppi elettrogeni diesel

Arrivati a questo punto, ecco una classifica completa ed aggiornata con i migliori gruppi elettrogeni diesel disponibili sul mercato. Il nostro team di esperti ha esaminato accuratamente diverse scelte, che puoi selezionare ed acquistare comodamente online, in base alle tue necessità.

Hiod gruppo elettrogeno diesel

Iniziamo la classifica con un gruppo elettrogeno diesel a 3 fasi, con una potenza di 5.500W, da ben 6.9 kilowattora. Dispone di avviamento elettrico ed ha diverse prese, di diversa intensità: 230v e 400v. Pratico e compatto, ha un peso di 109 chilogrammi e può quindi essere molto utile come generatore di emergenza. La sua struttura, assieme ai supporti di ultima generazione, lo rende altresì molto silenzioso quando è in funzione.

Hyundai DHY6000SE

GENERATORE DIESEL HYUNDAI DHY6000SE
  • Generatore Diesel Hyundai silenziato - monofase 5,3KW - alternatore con avvolgimento 100% rame - AVR - avviamento elettrico - display digitale - motore 10hp - cc 418 - Sistema di avvio automatico ATS...

Cambiando leggermente categoria, troviamo un generatore Hyundai di ultima generazione, adatto per qualsiasi esigenza. Alimentato a diesel, è un macchinario monofase, da ben 5,3 kW. Ha un ottimo avviamento elettrico con batteria inclusa e la possibilità di poter scegliere anche il sistema di avvio automatico ATS. Dispone di uno stabilizzatore di tensione AVR, di un display digitale e di diverse prese: 1 schuko da 16A monofase e 1 da 32A monofase. Grazie alle sue pratiche ruote può essere trasportato senza difficoltà.

MSW-PGI3800E

GENERATORE DIESEL HYUNDAI DHY6000SE
  • Generatore Diesel Hyundai silenziato - monofase 5,3KW - alternatore con avvolgimento 100% rame - AVR - avviamento elettrico - display digitale - motore 10hp - cc 418 - Sistema di avvio automatico ATS...

Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un generatore di corrente alimentato a carburante, con un serbatoio da ben 11 litri. Con una rumorosità emessa pari a 76 dB, è in grado di generare una potenza nominale di 3500 W. La tecnologia inverter garantisce un’alimentazione sicura, anche per i dispositivi più sensibili. Con un carico del 50%, il generatore può funzionare continuamente fino ad 8 ore. Hai la possibilità di collegare anche dispositivi con una tensione di 230 V. Supporta inoltre l’alimentazione di dispositivi con 12 V e 8,3 A.

Powermate PMD

Powermate PMD è un gruppo elettrogeno alimentato a diesel, che ti permette di generare energia elettrica in modo continuato. Dispone di accensione elettronica, un piccolo display sul quale vedere i valori di tensione e diverse prese di aggancio. Ha una tensione di 230 Volt, un wattaggio pari a 4,9 kW ed una frequenza di 50 Hz. Nonostante il peso, di 175 kg, può essere facilmente spostato grazie alle quattro ruote poste sulla parte inferiore. Avendo una struttura che copre interamente il motore, risulta altresì molto silenzioso, ma soprattutto operativo senza troppe vibrazioni.

MSW-PGI2100

Chiudiamo la nostra classifica con un generatore di corrente con motore di ultima generazione, alimentato a diesel e con accensione a scoppio, ossia con cavo. Ha una tensione di 230 V ed una potenza di 100 Watt. Dotato di tecnologia inverter, garantisce un’alimentazione efficiente e sicura, per qualsiasi tipologia di dispositivo. La modalità risparmio energetico permette di risparmiare i consumi, per oltre il 50% rispetto ad altri generatori di vecchia generazione. Fornisce una fonte di energia anche per dispositivi con 12 V ed 8,3 A.

Come usare un gruppo elettrogeno diesel

Per utilizzare un gruppo elettrogeno diesel, è possibile seguire questi passaggi:

  1. Verificare che il serbatoio di carburante sia pieno e che l’olio sia a livello. Nel caso contrario riempi il serbatoio.
  2. Accendere l’interruttore principale.
  3. Avviare il motore premendo l’apposito tasto, o tirando la corda di avviamento a mano, nel caso in cui il macchinario non disponga di un’accensione con scintilla generata elettricamente.
  4. Attendere che il motore si stabilizzi e che l’indicatore di tensione segnali che la corrente sta fluendo. Per valutare ciò i migliori generatori dispongono di accurati display con valori, o segnalatori luminosi.
  5. Regolare le impostazioni di voltaggio, compresa la frequenza e la potenza, secondo le esigenze e sulla base dell’utilizzo.
  6. Collegare i dispositivi che si desidera alimentare al gruppo elettrogeno. Per fare ciò puoi utilizzare le prese da 220, o con altra tensione, presenti sul macchinario.
  7. Monitorare regolarmente il livello di carburante e di olio, per garantire che il funzionamento sia sicuro e continuo.